Progetto a sostegno della Coppia di Pattinaggio artistico su ghiaccio

Dopo l’Europeo di Helsinki del dicembre scorso, per la coppia di pattinaggio su ghiaccio Marika Zanforline Federico Degli Esposti è iniziata la lunga corsa verso i XXI Giochi Olimpici invernali Vancouver 2010. Marika, segretaria rodigina, Federico, dipendente delle ferrovie dello Stato e bolognese dalla nascita, pattinano fin da piccoli. Il duo rodigino-bolognese ha vinto tutto quello che c’era da vincere sulle rotelle, ma come è ben noto, il pattinaggio artistico su rotelle non è disciplina olimpica. Per questo motivo all’inizio del 2007 i due atleti tesserati rispettivamente per l’Olimpia Skaters Rovigo e Polisportiva Pontevecchio Bologna, hanno preso l’importante decisione, passare alle lame per giocarsi l’opportunità di arrivare a Vancouver.

Dopo un periodo di alti e bassi (partenza roboante e stop forzato per un lungo infortunio occorso alla ragazza), Marika e Federico sono pronti a giocarsi le ultime chance per essere inseriti nella lista azzurra della Federazione Italiana Gioco su Ghiaccio. I due ragazzi sono nel giro azzurro da sempre, ma ad ogni grande evento devono confermarsi se vogliono acquisire il fatidico pass. In questo momento Marika e Federico sono i candidati numeri uno a rappresentare l’Italia ai prossimi Giochi Olimpici invernali che si terranno a Vancouver, in Canada, dal 12 al 28 febbraio 2010. Una candidatura strappata con sacrificio e sudore, poiché la legge dello sport non concede sconti, soprattutto a questi due ragazzi che hanno fatto di tutto per continuare a pattinare. Una vita da pendolari spesa in autostrada: Marika è di Rovigo, Federico di Bologna, prima per allenarsi sulle rotelle e in seguito sul ghiaccio. Gli impianti idonei si contano su una mano: Pianoro, Ferrara, Milano.. Ma il salto di qualità è arrivato con il trasferimento a Torino dove i due ragazzi si allenano negli impianti Olimpici agli ordini della nuova conduzione tecnica di Edoardo De Bernardis. Un piano di lavoro specifico consigliato dai vertici della Federghiaccio che sono certi delle doti tecniche ed artistiche della coppia, con stage ripetuti a San Pietroburgo agli ordini di un asso delle lame,  il campione mondiale Arthur Vassilev. In questo momento Marika e Federico sono in pieno ritiro estivo, in località Baselga di Piné a 23 chilometri da Trento. Nel piccolo borgo dolomitico i ragazzi rimarranno fino al 25 luglio, dopodiché si trasferiranno a San Pietroburgo per un’altra settimana di intensa attività.

In attesa di conoscere se Federico e Marika saranno ammessi nel Gruppo sportivo delle Guardie Forestali, unico modo per permettersi un allenamento costante sette giorni su sette, oggi sono alla ricerca di un appoggio concreto di un intera città.

Dopo il grande Alberto Tomba, la città di Bologna non è stata più rappresentata da grandi atleti nel panorama Olimpico invernale; per questo motivo scendono in campo un pool di sostenitori guidato da ASCOM, che hanno sposato con grande entusiasmo il progetto a sostegno di due atleti semplici quali Marika e Federico.

Ascom Bologna partecipa a questo progetto - ha precisato il vice Presidente Celso De Scrilli durante la conferenza stampa di presentazione  - in quanto ritiene profondamente che lo sport sia non solo un veicolo di sviluppo ma anche di aggregazione socio economico; un’Associazione come la nostra, attenta alla sua vocazione e al progresso delle realtà locali e al loro potenziamento, sostiene perciò con convinzione questa iniziativa che permette la valorizzazione non solo dell’atleta, ma della persona in tutte le sue potenzialità. Detto questo, ai nostri Atleti va l’augurio più fervido di ottenere i migliori risultati.

Tra gli altri  partner sostenitori da segnalare l’Istituto di credito CARIPARMA, da sempre impegnato a favorire lo sport come espressione di valori educativi e sociali, che conferma il proprio impegno a favore della Polisportiva Pontevecchio.

Si tratta di un contributo destinato agli atleti che hanno ottenuto i risultati migliori nei campionati federali delle diverse discipline nella stagione 2008-2009. Nel dettaglio Cariparma sostiene la coppia Marika e Federico, in quanto espressione di quei valori fondamentali che ogni disciplina sportiva deve evidenziare.

L’ICEM da sempre appoggia lo sport bolognese abbinando il proprio marchio a realtà come il cricket e la boxe, ma anche al calcio dilettantistico e altre realtà poco conosciute.

L’ICEM con sede a Bologna in Via Larga 15/8G, è un impresa di costruzione elettriche e manutenzioni impegnata a realizzare impianti civili, industriali, ospedalieri.

Allegati: