SECONDA PROVA INTERREGIONALE PER LA SCHERMA GPG

19 gennaio 2016

12-13 dicembre a Bologna

Nel week end del 12 – 13 dicembre si è svolta a Bologna la seconda prova interregionale delle
 
categorie under 14.
 
Nella categoria giovanissime Michela Simonetti conclude il girone con 2 vittorie e 3 sconfitte.
 
Nella fase ad eliminazione diretta vince il primo assalto per poi perdere al secondo turno, valido
 
per il podio, e conquistare il 6° posto della classifica finale.
 
Stefano D’Errico, nella categoria maschietti, non riesce a confermarsi nelle prime posizioni e si
 
deve accontentare del 12° posto finale.
 
Nella categoria Giovanissimi Filippo Sanna sale sul podio e conquista il 3° posto perdendo la
 
semifinale contro il parmense Artoni Edoardo poi vincitore della prova.
 
Giacomo De Benedittis esce agli ottavi di finale contro il compagno di squadra Filippo e termina la
 
gara in 11^ posizione.
 
Uscita di scena agli ottavi anche per Guido Missana e Matteo Monzali rispettivamente 14° e 15°
 
nella classifica finale mentre Michele Menarini, dopo una entusiasmante rimonta, esce sconfitto di
 
una sola stoccata nel turno dei sedicesimi di finale e conclude al 20° posto.
 
Nella gara a categorie unificate Ragazzi / Allievi Massimiliano Coppola esce sconfitto nell’assalto
 
dei trentaduesimi di finale, concludendo la gara al 37° posto.
 
Gianluca Serino dopo il girone concluso con 3 vittorie ed altrettante sconfitte riesce a superare i
 
trentaduesimi di finale per poi uscire sconfitto nei sedicesimi di finale concludendo la gara in 20^
 
posizione.
 
Complimenti a tutti i ragazzi ed in bocca al lupo per i prossimi impegni.

 

 

aggiungi un commento:

Policy dei commenti:
L'amministrazione si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a partiti politici, movimenti politici, religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.