[Frisbee] Inizia il campionato!

20 aprile 2015

Prima Tappa - 22 Marzo




La sveglia alle 5 del mattino, si sa, non suole collocarsi esattamente in cima alla classifica dei desideri più espressi durante la notte di San Lorenzo. Se poi programmata di domenica mattina, quasi a strapparti dal tanto bramato materasso, unico amico sempre pronto a consolarti nei momenti veramente  difficili, ecco che avremo una branco di baldi giovani ridotti ad affrontare un bel viaggio di due ore verso l’assolata e calda (ma neanche troppo) Brescia con le teste appoggiate ai finestrini, in mancanza di veri cuscini.
Ma di tempo per dormire non ce n’è: ore 9, il cielo è plumbeo, l’aria pungente, le faccia un po’ pallidine; che la serie B abbia inizio. Davanti a noi, i Voladora, compagine parmense affrontata già diverse volte in stagione. Serve il bottino pieno: bisogna di vincere di 3 o più al fischio finale. L’avvio è spumeggiante; piazziamo un paio di break interessanti (per intensità difensiva), tutto sembra procedere sui binari del trionfo. Che bello, un po’ di relax. Ecco, appunto: zona, panico, rincoglionimento da sonno, un po’ di tensione, et voilà, la frittatina è servita. Vinciamo sì di 4, ma al cap: un solo punto per noi… Poco male, lezione d’umiltà da una squadra più che scafata. Non c’è tempo per frignare, 1 ora di riposo, panino, un po’ di pioggerella primaverile, e poi sotto con i mitici Frasba, forse la squadra più simpatica di tutto il panorama italiano del disco. Sappiamo fin da subito che c’è poco da scherzare; qui,l’esperienza c’è e i polsi sono belli caldi. Si soffre. Stavolta, obiettivamente, non solo per demeriti nostri. L’attacco comasco gira come un vinile sul grammofono, e le astuzie dei loro veterani mettono a nudo la sbarbaggine di alcuni nostri elementi. Poi, d’un tratto, il dramma: il nostro capitano, la punta, il top player, colui che due minuti prima aveva deliziato la platea bresciana con un fotogenico callahan in tuffo, si rompe, colpito duro: non concluderà la partita. E’ la fine, il match si conclude qui. Per loro: la nostra reazione è illogica, irrazionale e completamente inaspettata, iniziamo a difendere come degli ossessi, non passa più nulla, persino i moscerini non riescono ad entrare nella nostra endzone, buttiamo per terra qualunque oggetto volante tenti di attaccare la nostra area 51. I 3 punti, stavolta, sono nostri, ed il risultato penalizza oltremodo i ragazzi lombardi. L’ultimo match, contro gli acerbi Discover (Verona), è pura formalità: gli scaligeri, infatti, sono oggettivamente abbastanza distanti dal livello medio delle altre squadre del campionato, e subiscono fin dall’inizio: vittoria a 17, incontro concluso con lieve anticipo, e tutti a casa. Siamo secondi, Brescia davanti e i Beefree alle calcagna. Ma il sentiero per la A è pieno di insidie.

 

 

Fact: abbiamo fame.


(a cura di Matteo Bulgarelli)

aggiungi un commento:

Policy dei commenti:
L'amministrazione si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a partiti politici, movimenti politici, religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.

apri la galleria scarica le immagini